fernandagrossi.altervista.org

perché lo stress ci fa ammalare

Bentornati , anche oggi parleremo dello stress. Negli articoli abbiamo parlato delle  regioni di attacco e fuga e di come lo stress diventa cronico, 

Abbiamo anche parlato di ormoni e neuro trasmettitori oggi chiariremo meglio questo concetto.

Concentratevi quindi si parte!

Nei tempi passati si pensava che organi come i testicoli, le ovaie, il fegato, i reni, sapessero da

MONKEY GLANDS MEDICINE corredo per la somministrazione

soli cosa fare e quando farlo.
Alcuni scienziati,ad esempio, notarono che negli uomini gli impulsi sessuali diminuivano con l’età,.
Affermarono che ciò accadeva per la diminuzione di non ben specificati  “fattori maschili” “contenuti nei testicoli…
Questo dichiarazione fu presa molto sul serio e  s’ingegnarono per trovare un modo per far regredire l’invecchiamento.
 C.E. Brown-Sequard, nel 1889, scrisse un epico articolo in cui spiegava i poteri miracolosi delle iniezioni dei testicoli di scimmia sull’uomo provati su se stesso.
Vecchi ruderi danarosi preoccupati per la diminuzione del getto della loro minzione, cominciarono a iniettarsi queste dolorose sostanze…

Ma non solo! A Grimaldi sulla riviera ligure, il chirurgo russo naturalizzato francese Serge Voronoff si arricchì trapiantando testicoli di scimmia su uomini e arrivò a sperimentare il trapianto di ovaio di scimmia su donne!

Naturalmente questo tipo d’interventi non ha senso perché per trapiantare un tessuto, occorre che i due tessuti siano compatibili.  Il trapianto,quindi,  era rigettato oppure assorbito in una cicatrice.
Le iniezioni avevano ancora meno senso perché i cosiddetti fattori maschili sono in realtà il testosterone, che notoriamente non è solubile in acqua. quindi non può essere iniettato con una soluzione acquosa.
Nonostante queste realtà allora sconosciute, dei risultati ci furono, tutti dovuti all’effetto placebo.

Apro una parentesi, anzi due.

La prima è una domanda: come mai se l’effetto placebo funziona così bene, la scienza e la medicina, non lo studiano di più e non lo usano di pi?, o meglio perché non s’insegna  a usarlo, i farmaci forse sarebbero più efficaci?

Seconda parentesi

Non pensate che quest’antica moda non abbia lasciato anche qualche strascico positivo.

Fratelli Marx

Sulla riviera ligure è stato avvistato un uomo scimmia che sembra sia la progenie di qualche esperimento di Voronoff non riuscito bene, questa (naturalmente e una leggenda metropolitana, ma volevo segnalare l’Yeti italiano e invitare tutti a vistare il ponente ligure).
Inoltre molti autori presero spunto da questa moda, come Arthur Conan Doyle che scrive L’avventura dell’uomo che camminava a quattro zampe (The Adventure of the Creeping Man – 1923), oppure Mikhail Bulgakov che scrive Cuore di cane.
 Ci sono stati i Fratelli Marx con la canzone “Monkey Doodle Dooe per ultimo, ma non ultimo, il nostro Fred Buscaglione con la canzone “il siero di Strokogoloff.

Ma perché questo discorso, cosa centra con lo stress?

Tutto questo per dire che se il testosterone diminuisce, è perché qualcuno gli dice di calare e chi sarà a dirlo? ma il cervello!
Più precisamente una parte del cervello che si chiama ipotalamo, alla quale è attaccata una ghiandola chiamata ipofisi. Dimostrare che è l’ipotalamo a produrre i fattori che attivano l’ipofisi, la quale rilascia altri ormoni, che da lì invadono il sangue e conseguentemente il cervello che assume il ruolo di una grande ghiandola è semplice,

ecco la ricetta:

INGREDIENTI: 10 kg di cervello (di pecora, maiale, mucca, non ha importanza, se ne trovano di ottimi nei mattatoi), 1 mixer, un recipiente con rubinetto, agenti chimici per la purificazione, un topo.

  1. Prendete i cervelli,
  2. Isolate la parte alla base celebrare, sopra all’ipofisi.
  3. Mettete tutto in un frullatore
  4. Rendete tutto una poltiglia cremosa
  5. Unite la crema così ottenuta nel grande recipiente con gli agenti chimici per la purificazione.
  6. Aspettate un tempo adeguato
  7. Raccogliete le goccioline che escono dal rubinetto del recipiente.
  8. Iniettate le goccioline al topo
  9. Controllate se i suoi valori ipofisari cambiano.

 Roger C. L. Guillemin e Andrew Schally,  due premi Nobel scoprirono questa ricetta

 Quasi contemporaneamente nel 1969 scoprirono, seguendo questa formula, il fattore di rilascio dell’ormone tiroideo. Con questo sistema si scoprirono migliaia di ormoni e fattori di rilascio tra cui il CRH (Corticotropin-releasing hormone), l’ormone di liberazione della corticotropina, il cui rilascio coordina uno dei rami principali della risposta allo stress.

Se il cervello sperimenta o pensa qualcosa di stressante attiva le componenti ormonali dello stress.

 Cervello ipofisi e ipotalamo
Cervello ipofisi e ipotalamo

Pensiamo al pranzo di Natale con i parenti insopportabili dei nostri consorti e subito l’ipotalamo si attiva, manda un fattore di rilascio all’ipofisi, la quale libera un altro messaggio che arriva all’organo interessato, con un bio-feedback alcuni sono inibiti e alcuni sono prodotti.

Si è detto che l’adrenalina e la noradrenalina sono gli ormoni dello stress, ma esiste anche un’altra categoria che agisce nello stress: si chiamano steroidi.

Certamente questo nome richiama subito alla mente le 144 medaglie d’oro olimpioniche vinte dagli atleti della D.D.R. tra il 1972 e il 1988.
In effetti gli steroidi anabolizzanti, come il testosterone, sono stati usati per vincere alle Olimpiadi.
Esistono, però altre quattro categorie di steroide che sono gli estrogeni (quelli della pillola anticoncezionale) le progestine (anche quelli nella pillola) i mineralcorticoidi, i glicocorticoidi. Questi ultimi, prodotti dal surrene, agiscono nello stress, come l’adrenalina, ma mentre l’azione di questa è molto breve, quella dei corticoidi dura da minuti a ore.

Troppo roba vero? e troppi concetti quindi fermiamoci qui riprenderemo la settimana prossima il nostro affascinante viaggio nello stress

Mi sagomando 

F.G.C. Fai Girare la Conoscenza …Ora!

Condividi con i tuoi amico

 

perché lo stress ci fa ammalare

Lascia un commento

Torna su